sabato 10 luglio 2010

LA MADONNA DEL CARMELO E LO SCAPOLARE



Lo scapolare, come il Rosario, è tra le devozioni più antiche e più universali della Chiesa, approvata dai Pontefici, consigliata dai Santi, e confermata con grazie e miracoli. 
L'abitino, insegna dei figli di Maria, è il richiamo della protezione della Madre, l'ammonimento ad una vita degna e santa. 
La Madonna vuole che tutti indossino lo Scapolare del Carmine”.  (Lucia di Fatima)

(Madonna del Carmelo- Chiesa di Santa Maria della Scala- Roma)

Il 16 luglio ricorre la memoria della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo.
L'origine di questa devozione è antichissima. 
Nel libro della Liturgia delle ore, si legge: nella Sacra Scrittura si celebra la bellezza del Carmelo, dove il profeta Elia difendeva la purezza della fede di Israele nel Dio vivente. 
Nel secolo XII alcuni eremiti si ritirarono su questo monte (si trattava di fedeli cristiani che provenivano dall'Europa, arrivando sul Monte in pellegrinaggio, probabilmente, reduci dalle crociate), ed in seguito fondarono un Ordine di vita contemplativa sotto il patrocinio della Santa Madre di Dio, Maria”, ossia, l'ordine Carmelitano.



Ma la tradizione narra che già prima del Cristianesimo, un gruppo di eremiti si riunisse sul Monte Carmelo (che significa giardino-Paradiso di Dio), e in seguito, prese il nome iniziale di “Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo” costruendo anche una cappelletta dedicata alla Vergine.
Nei primi decenni del 1200, il patriarca di Gerusalemme, S. Alberto Avogadro, dettò la Regola di vita, approvata da Papa Onorio III nel 1226.
I carmelitani furono poi costretti a lasciare la Palestina a seguito dell'invasione saracena, giungendo in occidente, dove iniziò la fioritura dei vari conventi.

E proprio in questa fase che si collocò una tappa importante nella devozione mariana nel Carmelo: la Vergine Maria apparve, il 16 luglio 1251, al beato Simone Stock, padre generale dell'ordine: recava in braccio il Bambino ed era circondata dagli angeli. 

Gli consegnò lo scapolare , parlando del privilegio sabatino ad esso connesso: salvezza dall'inferno per chi lo indossa e pronta liberazione dal Pugatorio, il sabato successivo alla morte.
E' ovvio che questa devozione e questo privilegio, non vanno considerati come degli amuleti.

Indossare lo scapolare significa impegnarsi a vivere alla scuola di Maria, che è infatti Madre e modello di tutta la Chiesa e che, a maggior ragione nell'ordine carmelitano, è “giardino di Dio” .
Lo scapolare viene infatti anche detto abitino e l'abito è qualcosa di più di un semplice vestito...
L'origine etimologica della parola, è infatti “habitus”, che significa “modo di essere, disposizione dell'animo” e poi indica, “nel fisico, la complessione, la figura, il vestimento”.
Ma esso è anche un concetto omnicomprensivo che richiama “ciò che siamo destinati o soliti ad avere con noi, a portarci dietro continuamente”.

Ecco, se indossiamo lo scapolare, portiamo sempre con noi Gesù e Maria, e proprio sotto la guida della Madre Celeste, dobbiamo imparare a raggiungere il Figlio...seguendo il modello mariano in tutto!
Chi porta questo segno speciale di devozione mariana deve sforzarsi di imitare Maria nella virtù, nel silenzio, nella carità, nella preghiera, ma anche negli atteggiamenti esteriori, quindi nel modo di vestire, di comportarsi, di parlare. 
Dobbiamo renderci docili come la creta, per farci modellare, dalle mani della stessa Vergine, ricorrendo agli strumenti della preghiera (e specialmente del Santo Rosario), della meditazione del Vangelo (e della sua concreta applicazione nel quotidiano), del ricorso ai Sacramenti.
Allora l'abitino diventa non un accessorio (cioè, qualcosa di secondario che si accompagna ad una principale), ma un nostro complemento, vale a dire, qualcosa che ci aiuta a completarci come persone...e come persone cristiane cattoliche, in quanto simbolo di appartenenza e consacrazione a Maria, che soccorre i suoi figli in vita, in punto di morte e dopo morte”.

In questo indubbiamente difficile compito, avremo l'aiuto della stessa Vergine e anche le preghiere dell'Ordine Carmelitano.
Infatti, chi riceve lo Scapolare, “è ammesso alla famiglia del Carmelo, partecipa ai meriti, alle grazie e alle indulgenze dell'Ordine e beneficia delle opere buone e delle preghiere che vengono fatte in seno all'Ordine”.
Essere devoti della Madonna del Carmelo, specialmente indossandone l'abitino, è dunque un donarsi totalmente a Maria, affinché lei ci aiuti a diventare veri cristiani, presi per mano da una Mamma che ci ama immensamente e che ci vuole condurre a Gesù.
Pio XII, scriveva: per tutti coloro che indossano lo Scapolare, diventi memoriale della Madonna specchio di umiltà e di castità, breviario di modestia e di semplicità, eloquente espressione simbolica della preghiera d'invocazione dell'aiuto divino”.

Per approfondire la conoscenza di Maria e dello Scapolare, visitate anche la pagina speciale del sito Madonna di Fatima...
...e se volete effettuare una visita virtuale ad un "vero" Carmelo (e magari contattare le sorelle carmelitane per chiedere qualche preghiera)...non vi resta che fare clic qui: 

37 commenti:

  1. Mia madre mi ha sempre detto che sono stata consacrata alla Madonna del Carmine. E' la stessa cosa della Madonna del Carmelo?
    Grazie.
    Annalisa

    RispondiElimina
  2. Rispondo al posto di Maria: Madonna del Carmine o Madonna del Carmelo significa la stessa cosa: Il Monte Karmel o Carmelo, che è il nome del monte dove si trova il Santuario Stella Maris, carmelitano. Per esteso, chi porta il nome Carmen o Carmela, porta il nome della Madonna del Carmelo, o del Carmine!! E consacrarsi alla Beata Vergine del Carmelo o alla Madonna del Carmine significa la medesima cosa. Segui l'esempio della tua mamma, e consacrati anche tu. La protezione della Vergine è uno scudo che ci difende da ogni male!!!

    RispondiElimina
  3. Aggiungo questo al commento di Danila:

    se non porti ancora lo scapolare, fatti questo regalo, magari proprio in occasione della festa, lo può imporre qualsiasi sacerdote :)
    Così potrai concretizzare ancora di più il gesto che tua madre ha compiuto, mettendoti sotto la speciale protezione di Maria.

    A questa pagina :

    http://www.ocd.pcn.net/scap_it.htm

    trovi maggiori informazioni, inclusa la preghiera di imposizione che deve recitare il sacerdote...è una preghiera breve, ma che illustra in sintesi, quello che deve fare chi si affida in modo particolare alla protezione di Maria!


    Un caro saluto

    RispondiElimina
  4. lo scapolare può essere portato solo dopo l'imposizione di un sacerdote?
    grazie

    RispondiElimina
  5. e davvero bellissima

    RispondiElimina
  6. Lo scapolare viene imposto e benedetto la prima volta che lo si riceve, da un sacerdote (non necessariamente carmelitano!).

    L'imposizione e la benedizione rimangono valide "per tutta la vita", anche per gli scapolari con cui si sostituiscono quelli ormai "deteriorati" dall'uso, cosi' come nel caso in cui si passi alla medaglietta che vale come lo scapolare di stoffa!

    RispondiElimina
  7. maurizio gregoli14 luglio 2010 22:48

    oggi purtroppo la fede viene a mancare perche' ci sono altre priorita', ma chi ascolta la voce e i consigli della beata vergine ottiene ottimi risultati e non si trovera' mai in difficolta'

    RispondiElimina
  8. ciao pace bene a tutti,anchio mi ricordo come un sogno che mia madre che si chiamava carmine adesso e morta,quando ero piccola mi metteva l'abitino del carmelo,che poi e sparito e crescendo non ci ho piu pensato,e solo a l'eta matura che ho riflettuto su tutto anche sul nome carmine pensavo che era un nome di uomo ed io prendevo ingiro mia madre,nemmeno lei sapeva tante cose e non poteva spiegarmele a me ovviamente per lei era cosi e basta,non si faceva domande,non era curiosa io sono il contrario, voglio tutto sapere, la provenienza, faccio ricerca, chiedo,a quelli che ne sanno piu di me,poi con l'internet puoi sapere tutto quello che vuoi e ho realizzato,carmine non e affatto un nome da uomo,anche noi al mio paese abbiamo la Madonna del Carmine,abbiamo due chiese una piu grande,dove c'e Sant'Anna,(patrona del paese) e l'altra piu piccola dove c'e la Madonna del Carmine,il 16 luglio portiamo la Madonna nella chiesa grande e ci resta fino alla festa di Sant'Anna e poi la riportiamo nella sua chiesa,e mi ricordo che i bambini piccoli li vestivano col vestitino marrone come i carmelitani,io c'e l'ho, l'abatino,volevo farlo portare anche a i miei figli, loro non ci credono, la gioventu di oggi badono solo alle marche e i vip,.speriamo che la Madonna li aiuta.grazie per esserci mp montreal   [[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[[

    RispondiElimina
  9. Sono una persona devota a MARIA, sono molto malato ( di cuore ), gradirei se potete pregare x me e ricordarmi nelle Vs. pregiere. Grazie.
    Se volete scrivermi : rb53r@libero.it
    Un grazie di cuore

    RispondiElimina
  10. non sapevo della Madonna del Carmelo, ma per caso, andando in gita, una sera mi sono ritrovata davanti ad una processione affollatissima con i ceri accesi, e da lì ho sentito una grande emozione; ho ricevuto da una cara persona il libretto della Madonna del Carmelo, e ora, questa persona,a Lei MOLTO DEVOTA si trova in un momento molto difficile per la malattia che ha colpito il suo coniuge.
    Ora prego e mi affido alla Madonna del Carmelo affinchè possa intervenire in suo aiuto.
    vorrei ricevere l'abitino, per donarlo alla nipotina in arrivo che chiameranno proprio Anna.
    Grazie,
    Pace e bene per tutti

    RispondiElimina
  11. Io non posso inviare gli abitini, sono una semplice laica che cura e gestisce questo blog di riflessione cattolica, ma potete trovarlo in un qualsiasi negozio di oggetti religiosi, oppure richiederlo scrivendo all'associazione Salvami Regina, che conoscete già!
    Provate anche a chiedere nelle vostre parrocchie, magari i sacerdoti ne hanno qualcuno a disposizione, o potrebbero procurarvelo.

    Rimaniamo comunque tutti vicini nella preghiera, invocando con fiducia la nostra Mamma del Cielo!

    Se invece volete contattare direttamente le carmelitane scalze di Parma, collegatevi al loro sito (linkato alla fine del post) e scrivete loro una e-mail.
    Vi ricorderanno in maniera particolare nelle loro orazioni.

    Buona giornata a voi tutti!

    RispondiElimina
  12. Affido alla madonna del Carmine parenti e amici ed in particolare chiedo possa intercedere presso il Signore per la mia guarigione e affinchè possa donare a me e mio marito dei figli. Grazie di cuore

    RispondiElimina
  13. Buona giornata a tutti voi, e che Dio vi benedica sempre,
    Voglio ringraziare Ass.Araldi per avermi fatto conoscere questo sito. voglio inoltre affidare la mia famiglia figli e marito alla Madonna del Carmelo affinchè si rifugiano a lei nei momenti in cui si sentono soli e disperati. Ma soprattutto a me affinchè possa essere una buona moglie ,madre e figlia del nostro Gesù.

    RispondiElimina
  14. IO NON MI SENTO DEGNA DI INDOSSARE LO SCAPOLARE PERO' SONO DEVOTA ALLA MADONNA, ANDAVO SEMPRE ALLA FESTA DEL CARMINE CON MIA MAMMA, MIA MAMMA E' MORTA UN ANNO FA, CHIEDO ALLA MADONNA DEL CARMINE DI PROTEGGERLA E FARE IN MODO CHE LE POSSA STARE VICINA E CHIEDO DI PROTEGGERE TUTTI NOI QUA SULLA TERRA.

    RispondiElimina
  15. buongiorno a tutti voi .. voglio affidar il mio fidanzato alla Madonna del Carmine affinchè possa intercedere presso il Signore affinchè superi il concorso che ha in atto.. Grazie di cuore

    RispondiElimina
  16. Salve a tutti!
    Volevo invitarvi a leggere gli scritti di Maria Valtorta, che racconta le visioni della vita della Madonna nelle Sue azioni quotidiane.
    Leggendo non si può non rimanere emozionati dall'umiltà e dalla grandezza della nostra tenera e dolce Madre del Cielo.

    Dio vi benedica!

    RispondiElimina
  17. All'anonimo delle 12.33 : non pensare di essere "indegna" di indossare lo scapolare...noi sappiamo bene di essere un "niente", ma la Mamma celeste ci ama ugualmente e ci ama di più quando siamo umili, prendendo esempio da lei, riconoscendo di aver bisogno della sua protezione e del suo aiuto.

    Indossa con fiducia lo scapolare, farai contenta la Madonna e vedrai che, giorno dopo giorno, ti aiuterà a crescere nella fede e nella pratica delle virtù!

    RispondiElimina
  18. Salve,scrivo da Messina,sono una terziaria degli Araldi del Vangelo,Associazione di diritto Pontificio.
    Ho letto con interesse l'articolo concernente l'importanza dello scapolare della Madonna del Carmelo, e nel contempo mi ha fatto piacere cogliere i diversi commenti dei lettori, questo attesta l'amore profondo che si nutre per la Madre di Gesù.
    Ho fatto l'imposizione dello scapolare nel 1999, cioè quando conobbi gli Araldi del Vangelo, prima no ne avevo mai sentito parlare. Essi, con molto zelo, mi hanno delucitato sull'importanza di fare la sua imposizione poichè lo scapolare aiuta la vita del fedele che si riveste di Maria per meglio servire Gesù.
    Da quel giorno,ho divulgato questa pia pratica a tutti i simpatizzanti e coordinatori degli Araldi.Il fondatore degli Araldi, terziario carmelitano da lungo tempo, desidera che tutti facciano l' imposizione dello scapolare perchè esso impegna a vivere come autentici cristiani che si conformano alle esigenze evangeliche, ricevono i Sacramenti, professano una speciale devozione alla Santissima Vergine, espressa con la Consacrazione a Maria.
    Grazie di cuore per questo bel mezzo di evangelizzazione.
    In Domina
    Giovanna

    RispondiElimina
  19. Grazie Giovanna, per la tua bella testimonianza!

    E' verissimo quello che hai scritto, lo scapolare aiuta nella vita di fede, anche quando ancora non si comprende magari del tutto il suo vero significato e quello che per noi stessi comporta indossarlo.
    E' Maria che ci guida a Gesù, mentre ci fa consapevoli sempre di più della nostra consacrazione a lei e quindi dell'impegno che abbiamo assunto e che dobbiamo, quotidianamente, mantenere.

    Un saluto affettuoso e un ricordo nella preghiera

    RispondiElimina
  20. Ciao a tutti, sono Stefania (Ciao Maria! Ciao Danila!), carmelitana scalza secolare. Bella pagina e bei commenti. A chi inizia il cammino nel Carmelo io cerco sempre di speigare il valore di questo "dono di Maria". Lo scapolare è un segno di protezione, verissimo, ma è il segno del "servizio" (si richiama, infatti, al grembiule usato dai primi monaci). Come Maria quando si recò da Elisabetta si mise al servizio della cugina. Non consideriamolo mai come un amuleto. E' il nostro segno di appartenenza all'Ordine del Carmelo, per noi carmelitani, è il segno di appartenenza a Maria per tutti quelli che lo indossano (Sì, dev'essere imposto dal sacerdote e può essere cambiato se logoro. La medaglietta se si cambia va sempre fatta benedire, invece). Mi piace condividere con voi una cosa che mi ha insegnato un padre carmelitano: essere mariani non vuol dire pregare Maria ma pregare come Maria. E' l'augurio che faccio a tutti voi e a me stessa. Buon Festa della B. Vergine del Monte Carmelo.
    Stefania ocds

    RispondiElimina
  21. Stefania carissima, che gioia....e che sorpresa!

    Grazie per le tue riflessioni e anche per la precisazione sulla medaglietta, che terrò presente, visto che indosso proprio lo scapolare-medaglia!

    Sai, l'insegnamento del padre carmelitano che hai riportato, mi ha fatto pensare alle apparizioni di Lourdes, e a come Santa Bernadette, dopo aver visto la Vergine fare il segno di Croce, abbia sempre ribadito che andava fatto bene, sull'esempio di Maria.
    Noi non vediamo la Vergine come la vide la santa francese, ma possiamo seguirla ugualmente, cercando di sforzarci di pregare "bene", provando a immaginare come avrebbe fatto lei.
    Penso che ci aiuti lei stessa, se vede il nostro impegno!

    Un caro saluto e auguri di buona festa anche a te!

    RispondiElimina
  22. Questo articolo ha suscitato molto interesse, lo vedo dal numero dei commenti postati!!! Un caro saluto a Stefania, e un augurio affettuoso in questo nostra giornata di Festa Grande!!! Vorrei chiarire all'anonima che ha commentato il 14 c.m, alle 22,48 e che dice di non aver mai saputo che il nome Carmine è femminile. Debbo contraddirla, in quanto il nome Carmine deriva da Carmelo (monte che si trova sopra Haifa, in Israele), ed è ovviamente maschile. La versione femminile è Carmela o Carmen. Un tempo i nostri nonni o bisnonni, vedendo abbinato alla Madonna il nome Maria del Carmine, pensavano che fosse femminile, esattamente come qualcuno si è confuso con il nome Elia, pensando che, per il semplice fatto che termina con la vocale "a", fosse femminile, mentre appartiene al nostro Profeta Elia, molto venerato nel Carmelo.
    Per oggi, dunque, buona Festa della Madonna del Carmelo (o del Carmine) a tutti e in modo particolare alla nostra cara Maria, che con molta spiritualità e tanta ispirazione conduce questo blog!!!

    RispondiElimina
  23. Oggi, 16 luglio sono veramente felice di
    aver aperto la Vostra pagina.
    Prego tanto la Madonna del Carmelo chiedendoLe
    la Sua protezione per la nascita della mia
    nipotina a settembre.
    Viva Maria !
    Giacinta

    RispondiElimina
  24. Cara beata vergine Maria io Marcello ti amo profondamente, e ti sosterrò e di donerò la mia forza ed energia sempre attraverso la preghiera nella tua lotta contro satana affichè il tuo cuore immacolato trionfi.Tu hai bisogno anche di noi per vincere ed io sono con te regina della pace affichè ci sia (più pace in questo mondo senza pace) ti amo ti amo ti amo dolce madre mia

    RispondiElimina
  25. TANTI SANTI CRISTIANI HANNO NUTRITO SEMPRE UNA GRANDE DEVOZIONE ALLA VERGINE MARIA E HANNO SEMPRE PORTATO LO SCAPOLARE DEL CARMELO.
    ANCHE TANTI PAPI SI SONO CONSACRATI ALLA VERGINE DEL CARMELO: "ANCH'IO PORTO SUL MIO CUORE DA TANTO TEMPO LO SCAPOLARE DEL CARMINE" (GIOVANNI PAOLO II IL 25 MARZO 2001).
    LA MADONNA A LOURDES CONCLUSE LE SUE APPARIZIONI IL 16 LUGLIO E A FATIMA NELL ULTIMA APPARIZIONE LA VERGINE SI MOSTRO' COME MADONNA DEL CARMINE.
    DA MOLTI ANNI INDOSSO LO SCAPOLARE DEL CARMELO E NELLA MIA VITA HO SPERIMENTATO LA CONTINUA PROTEZIONE DELLA MADONNA.
    INDOSSATELO E FATELO INDOSSARE: LO SCAPOLARE E' PROTEZIONE IN VITA,IN MORTE E DOPO LA MORTE.POTENTE CONTRO IL DEMONIO.
    LO HA PROMESSO LA MADONNA NELLE SUE APPARIZIONI A SAN SIMONE STOCK E AL PAPA GIOVANNI XXII.
    IN ITALIA CI SONO MOLTI SANTUARI E CHIESE DEDICATI ALLA MADONNA DEL CARMELO:
    WWW.DECORCARMELI.IT
    E' IL SANTUARIO DI BAGNARA CALABRA.
    CHI VUOLE COMPRARE SCAPOLARI O MATERIALE CARMELITANO PUO' RIVOLGERSI AL CENTRO STAMPA CARMELITANO DI ROMA.

    RispondiElimina
  26. ho letto con interesse i commenti e nn solo vado alla ricerca di tutto quello che parla della madonna del carmine in quanto nn so xché o x come spesso mi sono ritrovata sensa cercarla la vergine del carmine.All eta di 15anni volevo entrare tra le carmelitane scalze o sposato un uomo che la patrona del suo paese e la santa v del C. All uscita della sala operatoria del primo figlio ho trovato1 abitino sotto il cuscino cosi e accaduto x il3 figlio al quale abbiamo dato il nome di Elia senza sapere chi fosse ma solo x volere del primogenito in questi giorni attendo1 risposta positiva x l acquisto di1bar dedicato allaSS VERGINE DEL CARMINE mentre giovedi inizia la novena alla madonna x1 miracolo avvenuto nel 1892(forse)jn questo paese in cui vivo da16 mesi.tutto questo e strano io sono1 credente che pero ama molto e mi stupisco ogni volta nel vedere in queste piccole cose l immensa grandezza diDIO che nn ci lascia mai da soli ma ci affiancaMARIA PROPRIO nei momenti in cui noi ci sentiamo piu soli e fragili.ho solo1 desiderio che la mia fam possa1 giorno entrare convertita tra il 3ordine carmelitano c è da lavorare tanto ancora!

    RispondiElimina
  27. Carissima, ho appena letto il commento che hai lasciato e ti posso dire questo: hai ragione, la Vergine Maria veglia sempre su di noi, perché è la nostra mamma.
    Gesù, dalla Croce disse a Giovanni: "Ecco tua madre", nostra madre, madre dell'umanità!

    Prega per quello che il tuo cuore desidera, ma chiedi sempre al Signore che sia fatta la Sua Volontà: tu e la tua famiglia potete ben servire Dio anche senza entrare nel terz'ordine carmelitano, l'importante è capire dove vi voglia il Signore!
    Coraggio e rimaniamo unite nella preghiera!

    RispondiElimina
  28. vorrei che la madonna del Carmelo proteggesse sempre il mio adorato papa' grazie

    RispondiElimina
  29. Salve, ho letto con molto interesse tutti i commenti, e in quanto devoto a Maria non posso fare altro che domandare alcune cose. partendo dal presupposto che mi piacerebbe molto portare questo segno stupendo di devozione, volevo sapere a chi dovevo rivolgermi per la cerimonia di vestizione dello scapolare. secondo volevo sapere se anche mio zio che è un sacerdote francescano può celebrare la cerimonia e se ha bisogno del consenso da parte di un autorità carmelitana oppure no.
    Grazie in anticipo

    RispondiElimina
  30. Alessandro, lo scapolare lo può imporre qualunque sacerdote, purché utilizzi la formula prevista, che puoi trovare anche qui


    http://www.ilcarmelo.it/lo-scapolare/imposizione-dello-scapolare.html

    Non c'è bisogno di nessuna autorizzazione, lo scapolare non è un "voto" o una "promessa" che emetti all'interno di una famiglia religiosa, ma un oggetto sacro che indosserai, cercando di vivere quello che rappresenta!

    Lo scapolare di stoffa lo trovi nei negozi di articoli religiosi, le medagliette, non so, prova a chiedere. Al santuario di Arenzano dei Carmelitani scalzi si trovano, e le puoi anche ritirare on line.
    http://www.gesubambino.org/

    RispondiElimina
  31. SI PUò ESSERE CONSACRATI E PORTARE LO SCAPOLARE SENZA PARTECIPARE AI GRUPPI CARMELITANO CHE SI RIUNISCONO OGNI MESE?

    RispondiElimina
  32. Bisogna che si frequenti un periodo di praticantato per potere indossare lo scapolare?

    RispondiElimina
  33. Rispondo ai due anonimi del 7 febbraio: la consacrazione (sia in un ordine religioso, istituto secolare o con voti privati) non impedisce di portare lo scapolare. Lo indossava anche Papa Giovanni Paolo II, che era appunto un consacrato.

    Non c'è obbligo di frequentare riunioni di gruppo, credo che tu abbia letto altre cose, riferiti a fraternità secolari carmelitani o alle cosiddette confraternite dello scapolare.

    Non sono previsti praticantati, ma è ovvio che se si vuole essere consapevoli di cosa significhi indossare lo scapolare, occorre aver maturato un po' la scelta...

    RispondiElimina
  34. Cara Maria
    Ho visto ora questo interessante sito, visto la tua profonda conoscenza in merito allo scapolare mi permetto di farti qualche domanda

    ho letto della devozione allo scapolare e le ricche benedizioni che la nostra Madre celeste elargisce a chi lo indossa, c'è un aspetto che non riesco a comprendere e chiedo gentilmente una vostra chiarificazione.

    In sostanza si deve morire con lo scapolare indossato, neanche in punto di morte esso va tolto.

    La mia domanda è questa, che dire di coloro che sono ricoverati in ospedale per vari interventi chirurgici, è evidente che lo scapolare gli verrà tolto prima di essere operato, e se nel frattempo costui muore senza avere lo scapolare in quanto gli è stato tolto, si applicheranno ugualmente le benedizioni come il privilegio sabatino?, giacché l'essere tolto non dipende dalla sua volontà,

    La nostra Madre dice di non togliglielo mai, ma se la sua assenza non dipende da colui che lo indossa?.

    Ti sarei immensamente grato se potesti dissipare questi interrogativi..
    Francesco

    RispondiElimina
  35. Se lo Scapolare viene tolto per ovvi motivi di necessità (come lavarsi, subire un intervento) i privilegi rimangono comunque validi. La Madonna non è così "Fiscalista", basta che chi indossa lo Scapolare continui a vivere anche in quei momenti secondo la spiritualità a cui l'abitino di Maria deve condurre.
    Poi, naturalmente, appena possibile lo si indosserà di nuovo.

    Grazie per la domanda :)

    RispondiElimina
  36. Volevo sapere se è valido anke lo scapolare ke scende solo davanti sul petto,e nn ha la parte dietro,grazie

    RispondiElimina
  37. Diciamo che ormai è frequente trovare anche questi scapolari, o indossare le medaglie sostitutive, ma lo scapolare che le viene imposto la prima volta o quello che si indossa in circostanze "ufficiali" (come riunioni del Terz'Ordine) deve essere quello doppio!

    RispondiElimina