domenica 19 febbraio 2012

LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI

"Popoli di questo tempo, sappiate che siete sotto la protezione 
della Signora di tutti i Popoli!
Invocatela quale Avvocata e pregatela di allontanare tutte le calamità!
Pregatela di bandire la corruzione da questo mondo.
Dalla corruzione sorgono calamità, dalla corruzione sorgono guerre.

Tramite la mia preghiera chiedete di bandire tutto ciò dal mondo!
Non conoscete la potenza e l'importanza di questa preghiera presso Dio". 

(31-05-1955)



Il titolo di "Signora di tutti i popoli" fu definito dalla stessa Vergine Maria, nel corso delle apparizioni di Amsterdam -approvate dalla Chiesa- che ebbero luogo dal 1945 al 1959.
La veggente Ida Peerdeman vide per la prima volta la Madonna il 25 marzo, festa dell'Annunciazione, e per 14 anni continuò ad essere favorita di visioni e messaggi della Madre Celeste.
Come si può già evincere dalla preghiera (che è possibile stampare e piegare a mo' di santino) il contenuto di queste apparizioni è tutto fondato sulla necessità di invocare costantemente la protezione di Maria Santissima per salvare il mondo dalla corruzione che ingenera guerre e calamità.
La corruzione è quella del cuore, che si trasforma in corruzione dei costumi, della morale, delle azioni....
Il Vangelo ci ricorda infatti che "dal cuore, infatti, provengono i propositi malvagi, gli omicidi, gli adultèri, le prostituzioni, i furti, le false testimonianze, le bestemmie" (Mt 15,19).

Il "disordine" nel cuore dell'uomo ingenera lotte, egoismi, cattiverie, superbie....determina un cattivo uso dei mezzi spirituali (di qui anche la corruzione di molti che si dicono cattolici...e finanche di uomini di Chiesa), un altrettanto uso distorto dei mezzi materiali (ed ecco la pornografia, l'abuso di potere...) ed un improprio sfruttamento della natura, che sollecitata in maniera contraria al rispetto delle leggi che la regolano, finisce col "ribellarsi" contro l'uomo...

I castighi, siano quindi essi "naturali" (terremoti, cataclismi, malattie) o "umani" (guerre, crisi economiche...) non sono "opera" di Dio, ma autocondanna dello stesso essere umano, che non sa fare più buon uso di quanto il Creatore gli ha donato!

Apparendo ad Amsterdam, la Vergine ha parlato di un'era di pace, di unità nello Spirito Santo: occorre pregare per ottenere questa epoca di serenità, di vera fede.... affinché il mondo si salvi!



Riporto, dal sito ufficiale delle apparizioni, la descrizione dell'immagine della Vergine Maria quale Signora di tutti i popoli. 

L’IMMAGINE DELLA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI

SIGNIFICATO DELL’IMMAGINE 

LendentuchI messaggi di Amsterdam assumono un carattere di unicità nella storia delle apparizioni della Madonna anche per il fatto che in sei messaggi ella stessa descrive particolareggiatamente la sua immagine. 

Maria si presenta in triplice modo in qualità di CORREDENTRICE:
• Irradiata dalla luce divina, ella sta davanti alla croce del Figlio, al quale è indissolubilmente unita.

• Una fascia le circonda i fianchi: “Ascolta bene ciò che significa. È come il panno attorno ai lombi del Figlio. Io sono la Signora davanti alla croce del Figlio”. (15.04.1951)
• Le sue mani recano delle ferite che emanano raggi. Maria manifesta in questo modo la sofferenza fisica e spirituale patita unitamente al Figlio divino per la redenzione del mondo. 

La Signora rivolge nuovamente lo sguardo alle sue mani e appare così quale MEDIATRICE DI TUTTE LE GRAZIE:“Ora guarda le mie mani e riferisci ciò che vedi”

Nel centro delle mani Ida vede come una ferita, dalla quale scaturiscono tre raggi che s’irradiano sulle pecore. 
La Signora sorride e dice: “Questi sono tre raggi, i raggi di Grazia, Redenzione e Pace”. (31.05.1951) Grazia del Padre, Redenzione del Figlio e Pace dello Spirito Santo. 

“Ho posto i miei piedi fermamente sul globo perché in questo tempo il Padre e il Figlio vuole portarmi in questo mondo come Corredentrice, Mediatrice e Avvocata”. (31.05.1951) “Questo tempo è il nostro tempo”. (2.07.1951)

Con un simbolo biblico, Maria mostra alla veggente la moltitudine di pecore sparse attorno al globo e dice:“Questa rappresentazione del gregge indica i popoli di tutto il mondo, che non troveranno pace fino a quando non sosteranno e con calma alzeranno lo sguardo verso la croce, centro di questo mondo”. (31.05.1951)

Nessun commento:

Posta un commento